Filtra i residui del farmaco con il filtro BLER BERKEY®

Antibiotici, antinfiammatorie, antitumorali, antidepressivi, pillole contraccettive sono alcune delle droghe da cui troviamo residui nelle acque dell'ambiente naturale. Sono quasi 4000 molecole di droga identificate che potrebbero essere nel tuo bicchiere d'acqua ...

La Francia è il più grande consumatore del mondo di droghe! E se il compratore francese tanto è che consumano tanto. Tuttavia, questi farmaci non sono completamente degradati dal corpo dopo il loro assorbimento. I residui che passano attraverso lo sgabello e l'urina si trovano alla fine nelle acque reflue che gli impianti di trattamento non sono in grado di trattare perché non equipaggiati per queste molecole. A questo sono aggiunte migliaia di tavolette che alcune persone lanciano il lavandino o il bagno.

Impatti sull'ambiente naturale e sulla salute

In acque superficiali, così come nelle acque sotterranee, questi residui si accumulano. A rischio di consumare involontariamente questi farmaci e di conseguenza, per assorbire ingredienti attivi indesiderati, anche se sono una dose bassa, aggiunge l'effetto cocktail che non siamo in grado di qualificarsi. In effetti, la miscela di queste sostanze con altri già presenti come residui chimici o pesticidi, è un vero pericolo di cui non conosciamo gli effetti o a breve termine o anche meno a lungo termine.

Aggiunto a questo è il problema della resistenza antibiotica dei batteri prolungati con residui antibiotici. Le conseguenze a medio termine possono essere drammatiche se alcuni ceppi di batteri patogeni diventano resistenti agli antibiotici utilizzati nei tempi normali per trattare le patologie che lo richiedono.

Troppa piccola ricerca esiste ed è comunque difficile chiarire la situazione Entrambe il lavoro è gigantesco se le interazioni tra le diverse molecole, la fauna, la flora ... e quando bene, come riproducono questo in modo affidabile in laboratorio?

Non esiste ora la regolamentazione che impone la verifica dei residui di droga nell'acqua potabile. In altre parole, il soggetto è lontano dall'essere risolta!

In attesa di mettere in atto un vero riflesso di base, per convincere l'industria farmaceutica per integrare le conseguenze ambientali nello sviluppo di nuovi farmaci, per garantire che i medici consegnino solo la quantità o la dose necessaria e non tutte le scatole la cui parte non verrà utilizzata e trafitto, per comunicare sulla necessità di segnalare gli scopi delle scatole di farmacia in modo da non finire nei lavandini o nel cestino, c'è una soluzione: bevanda dell'acqua purificata da a Sistema Berkey®. !

I filtri dell'acqua Berkey® con loro Black Berkey® Filters. Consentire molti prodotti farmaceutici e dirompenti del sistema endocrino come BPA, naprossina, octylfenolo, progesterone, thms e molti altri. Consultare le analisi seguendo questo link.